DECODE 

ITINERARI

ITINERARI

PARMA CAPITALE DELLA CULTURA 2020

Le mostre da non perdere

Chiara Righi1 Gennaio 2020

Con Parma capitale della cultura 2020 l’Emilia Romagna torna ad aggiudicarsi il titolo artistico più ambito d’Italia.

L’inaugurazione ufficiale si terrà nei giorni 11, 12 e 13 Gennaio, tra tanti eventi e…molti misteri!  Quali saranno le sedi dell’evento fotografico “Fabrica” curato da Oliviero Toscani? Quando e dove esporrà la star dell’arte Anish Kapoor?

Come al solito io mi soffermo sugli eventi più interessanti che riguardano l’arte visiva: la mia mappa indica dove troveremo le mostre più importanti di Parma 2020, pervenute fino ad oggi.

Parma musei

 

1. Palazzo del governatore

Piazza Giuseppe Garibaldi, 19, Parma

 

Una delle sedi principali delle esposizioni in occasione di Parma capitale della cultura è sicuramente Palazzo del Governatore.

La prima mostra a inaugurare in questa sede è Time Machine (dal 11 Gennaio al 3 Maggio) che analizza il modo in cui il cinema e altri media fondati sull’immagine in movimento, hanno trasformato la nostra percezione del tempo, nel corso della loro storia.

Palazzo_del_Governatore

 

2. Complesso monumentale della Pilotta

Piazza della Pilotta, 3, Parma

 

Il Complesso Monumentale della Pilotta comprende al suo interno la Galleria Nazionale, il Teatro Farnese, il Museo Archeologico, la Biblioteca Palatina e il Museo Bodoni.

Per tutta la durata dell’anno questi siti proporranno numerosi eventi che spaziano dall’istallazione contemporanea di Maurizio Nannucci, presente sull’edificio esterno, ai concerti, alle opere classiche della Galleria Nazionale. In quest’ultima sarà possibile visitare, fino al 26 Gennaio, la mostra Un Rembrandt dall’Ermitage, per commemorare i 350 anni passati dalla morte di Rembrandt.

 

Tra i vari eventi, suscita particolari attese l’esposizione I Farnese: le arti, il potere. 1513-1731, che inaugurerà il 21 ottobre 2020 e rimarrà aperta fino al 31 gennaio 2021.

Parma Pilotta

 

3. Museo APE

Via Farini, 32/a – Parma

 

APE Parma Museo è un innovativo centro culturale e museale ideato per ospitare diverse forme artistiche; dalla musica alle mostre, le performance teatrali, le presentazioni di libri.

È attesa per il 2 Febbraio, fino al 17 Maggio, l’esposizione CORDIALMENTE DEPERO o dei futurismi quotidiani, che promette un’importante riflessione sul linguaggio d’avanguardia partendo dai manifesti pubblicitari dei Depero e Balla.

 

Dal 29 Maggio al 6 Settembre APE ospiterà la mostra Design! Oggetti, processi, esperienze, incentrata sui temi del progetto e della produzione, delle politiche d’intervento sul territorio e sul patrimonio culturale.

museo-ape-parma

4. Palazzo Tarasconi

Str. Luigi Carlo Farini 44A, Parma

 

Dal 6 Marzo 2020 al 27 Dicembre 2021, Palazzo Tarasconi propone la mostra Ligabue e Vitaloni – Dare voce alla natura, curata da Vittorio Sgarbi e Marzio Dall’Acqua. I dipinti di Antonio Ligabue e le sculture di Michele Vitaloni condividono una particolare empatia verso il mondo animale e, narrandone le meraviglie, investigano la natura dell’uomo.

palazzo-tarasconi

5. Palazzo Pigorini

Strada della Repubblica, 46, Parma

 

In questa sede, oltre a trovare la mostra Parma è la Gazzetta (dal 13 Gennaio 2020 al 15 marzo) incentrata sulla storia del più antico quotidiano italiano, troveremo altre proposte riguardanti l’arte e la grafica. Prima tra tutti, la mostra Franco Maria Ricci. I segni dell’uomo, che dal 4 Aprile al 18 Agosto illustrerà i progetti di un grande interprete della grafica italiana.

Palazzo-Pigorini

6. Quadrilegio 2020

 

Quadrilegio 2020 è un evento che coinvolge 4 gallerie di arte contemporanea: Spazio Manfredi, Spazio BLL-Studio, Maura Ferrari e Galleria Alphacentauri. Oltre alle singole mostre ospitate negli spazi espositivi, si tratta di un evento che si articolerà in 10 appuntamenti ogni ultimo weekend del mese coinvolgendo artisti e pubblico.

P5300348

7. Pinacoteca Stuard

Borgo del Parmigianino 2, Parma

 

Accanto ai grandi nomi della mostra permanente, che vanno da Agostino Carracci a Parmigianino, in occasione di Parma 2020, la Pinacoteca Stuard organizza I Quadri di Pietro: si tratta di opere tratte dalla collezione dell’imprenditore Pietro Barilla che saranno inserite nel percorso museale e dialogheranno con i capolavori del passato. Ogni mese, da Gennaio a Dicembre 2020, le opere verranno sostituite per regalare nuove emozioni e nuovi motivi per tornare a visitare la Pinacoteca… che, fortunatamente, è tra i pochissimi musei gratuiti di Parma!

Str. G. Garibaldi 25, Parma

 

Dal 10 gennaio al 30 dicembre 2020 la Galleria Centro Steccata propone Arte e Scienza – Dall’Alchimia di Parmigianino a Duchamp e oltre. La mostra racconta il rapporto che ha sempre legato l’evoluzione scientifica all’arte.

Galleria-centro-Steccata

9. Ospedale Vecchio

Strada Massimo D’Azeglio, 45

 

Dal 24 aprile al 10 ottobre 2020, all’interno del vecchio ospedale, sarà fruibile la più grande istallazione ospitata da Parma 2020. Hospitale – Il futuro della memoria è il titolo della video-narrazione frutto di Studio Azzurro, che racconterà la storia dell’Hospitale.

Cibus in Fabula streetart -Crociera Ospedale Vecchio -Parma-

 

10. Abbazia di Valserena

Strada Provinciale Colorno, 87

 

L’Abbazia di Valserena è sede dal 2007 del Centro studi e archivio della comunicazione dell’Università di Parma. In occasione di Parma capitale della cultura propone laboratori didattici e la partecipazione di artisti caratterizzati dall’assunzione di attività partecipative. Nei mesi di febbraio, aprile e settembre 2020 saranno esposte le installazioni di Massimo Bartolini, Luca Vitone e Eva Marisaldi.

Abbazia di Valserena

11. Villa dei Capolavori

Via Fondazione Magnani Rocca 4, Mamiano

 

È la sede della fondazione Magnani-Rocca che gode di un’eccezionale mostra permanente e organizza diverse esposizioni temporanee. È particolarmente consigliata la visita alla mostra L’ultimo romantico. Luigi Magnani il signore della Villa dei Capolavori, in cui sono esposte più di 100 opere dalla collezione di Magnani che ripercorrono la storia dell’arte da Tiziano a Monet. Sarà possibile visitarla dal 14 Marzo al 12 Luglio 2020.

villa dei capolavori

12. Labirinto della Masone 

Strada Masone 121
43012 Fontanellato, Parma

 

Dal 26 ottobre 2019 al 15 marzo 2020, la fondazione Franco Maria Ricci propone WENDINGEN 1918-1931 – “Rivolgimenti”. Si tratta di una mostra dedicata all’iconica rivista di arte e architettura uscita ad Amsterdam dal 1918 fino al 1931, sospesa tra Jugendstil e astrazione.

 

Dal 18 Aprile al 27 settembre sarà possibile fruire di Labirinti. Storia di un Segno. È un’esposizione ispirata al progetto Encyclomedia di Umberto Eco che intendeva elaborare una piattaforma digitale per raccontare la “la storia delle storie” che hanno dato luogo alla nostra cultura e civiltà. Un labirinto d’infiniti percorsi si snoderanno tra storia, arte, letteratura, filosofia, miti e scienze. Lo scorrere delle splendide immagini, curate dalla direzione artistica di Franco Maria Ricci, il loro incontrarsi e incrociarsi, comporrà un percorso ideale attraverso i secoli, tessendo la rete delle vicende umane così come Eco e Encyclomedia hanno inteso mostrarcele. Installazioni tridimensionali, suoni, luci, effetti speciali promettono di catturare l’attenzione del pubblico.

The  labyrinth of Franco Maria Ricci,  Fontanellato, Italy, March 2016 027

 

 

 


due note sull'autore di questo articolo / intanto commenta e seguici sui social ...

Chiara
Punk di formazione, da sempre si occupa di arte contemporanea e controculture.
  • OSSERVATORIO DECODE

    Recenti

    Collettivo Wu Ming

    Decoder

    Anno di pubblicazione / 1989

    Autore /

    Archiviato in (subcat)